DEBORA BORGESE EX M5S: IL PARADOSSO DELLE LEZIONI DI LEGALITÀ E L’ASSENZA DI ONESTÀ INTELLETTUALE DEI 5 STELLE SULLE DONAZIONI

debora-borgese-matteoderricoDebora Borgese, un’ex attivista di Catana colpita dalla scomunica, più di due anni fa. Aveva infatti depositato una richiesta di remissione di mandato per il gruppo regionale, motivata – spiega la Borgese – da dinamiche poco chiare nell’assunzione dei collaboratori.

A quel tempo assieme a lei, furono colpiti da espulsione e diffide decine di attivisti: 3 diffide e 3 espulsioni a Catania; 8 diffidati e 8 espulsi nel Meet Up di Misterbianco; 8 diffidati e 4 espulsi Caltagirone, tutti attivisti inseriti nel gruppo di coordinamento del blog PRIMA LINEA CRITICA.

Debora Borgese interviene con un post su facebook a proposito della donazione, da parte del senatore Francesco Campanella, ex M5S, di banchi e sedie alla scuola “Francesco Riso” di Isola delle Femmine, accogliendo la richiesta dell’amministrazione comunale, impossibilitata a procedere all’acquisto per non sforare il bilancio municipale. Campanella ha così deciso, come già fatto in altre occasioni con istituti scolastici di Palermo, Ventimiglia di Sicilia e Agrigento, di destinare parte della sua indennità parlamentare all’acquisto degli arredi scolastici.“

borgese-fb1-matteoderrico“Dove non arrivano le Istituzioni, intervengono i cittadini”, proclamavano gli attivisti del M5S, imponendo tagli alla politica in favore di progetti utili alla collettività.

E ne abbiamo viste di tutti i colori: dalla pulitura di giardinetti pubblici e aiuole, all’innesto di piante ornamentali e alberelli, o opere di asfalto, come sulla regia trazzera di Caltavuturo, dall’alto valore storico-urbanistico, servizio ai tavoli in pizzeria (a proposito: ma eravate in regola? A nessuno è venuto in mente di farvi fare un controllo? E se fosse avvenuto, chi avrebbe pagato l’ammenda ai gestori che vi hanno dato la possibilità di farvi servire ai tavoli nei loro locali al fine di propagandare la vostra raccolta fondi per sostenere le campagne elettorali delle liste M5S?)…
Insomma, sto parlando di tutte le attività che consiglieri, deputati, senatori e, non ultimi in ordine di importanza, attivisti hanno portato avanti e sostenuto per accrescere la loro visibilità.

Mi sembra alquanto paradossale che Pietro Salvino, marito della deputata Claudia Mannino, candidato alle comunali di Capaci che ha portato a casa 168 voti (per dovere di cronaca!) dia lezioni di moralità al Senatore Francesco Campanella perché ha deciso di donare liberamente, di tasca propria, attingendo dal proprio stipendio e senza alcuna imposizione dai vertici i banchi ai bambini della scuola elementare dell’Isola delle Femmine.

Lungi da me prendere le parti del Senatore dal momento in cui ci troviamo politicamente su posizioni diametralmente opposte, ma osservo con non poco sbigottimento la totale assenza di onestà intellettuale tale da riconoscere che almeno, a differenza di quanto avviene con i versamenti del fondo per il Microcredito, il risultato di questa donazione sentita abbia portato beneficio alle famiglie dei bambini e ai bambini stessi (che non hanno diritto al voto essendo minorenni).
Un briciolo di onestà intellettuale, dai grillini, quando avremo modo di appurarla?”

mader