PER GIORGIA MELONI IL RIGASSIFICATORE A PIMBINO SI PUÒ FARE

“I rigassificatori vanno fatti e vanno fatti nel tempo che è stato definito perchè noi dobbiamo liberarci dalla dipendenza del gas russo. Se c’è un modo per fare un rigassificatore non a Piombino che è una città che ha già pagato molto anche per l’assenza di bonifiche sarebbe meglio, se non ci sono alternative per me l’approvvigionamento energetico è una priorità ma bisognerà però parlare molto seriamente del ruolo del comune e delle compensazioni che vanno al comune di Piombino”.

La presidente di Fdi, Giorgia Meloni, lo ha detto alla trasmissione ‘Fuori dal Coro’.

È più o meno quanto aveva già detto a La7 Ignazio La Russa scatenando un putiferio a Piombino e dintorni.
Appena pochi giorni fa, il sindaco di Piombino Francesco Ferrari, di Fratelli d’Italia assicurava però il contrario: “Ne ho parlato spesso anche con Meloni. La posizione del partito è chiara: in linea di massima FdI è favorevole ai rigassificatori, ma la scelta di Piombino è assolutamente sbagliata”. Asserendo anche che avrebbe continuato a protestare in piazza nel caso fosse arrivato il via libera dai dirigenti di FdI,
Sulla questione è intervenuto anche il governatore della Toscana, Eugenio Giani: “Sono contento della chiara presa di posizione di Giorgia Meloni sul rigassificatore di Piombino, posizione che sostengo da mesi. Il sindaco Ferrari per questo ha chiesto più volte le mie dimissioni, chissà se adesso le chiederà anche alla leader del suo partito”.
Fonte: AGI